Vivere dentro o fuori Milano

Il sogno di vivere in una grande città come Milano, nonostante abbia ancora una dimensione umana e scorci discreti dove ancora si può assaporare uno stile di vita particolarmente rilassante, ha i suoi pro e i suoi contro.

La città è per natura tentacolare, frettolosa, si allarga a macchia d’olio e inurba dentro le sue arterie palazzi e grattacieli, lasciando poco spazio alla comodità. Le unità abitative crescono in verticali, l’apprezzamento dello spazio diventa ogni giorno più importante, vivere una vita tranquilla, rimanendo nel raggio del centro diventa sempre più complicato, a meno che non si abbiano mezzi straordinari. Ma c’è un elemento che può essere preso in considerazione: la comodità della periferia e dei trasporti.

Milano è una città ben collegata sia internamente, sia esternamente. È di fatto l’unica città italiana di respiro mondiale, che si sviluppa in verticale e che ha una scena culturale, mondana, sociale, artistica degna delle grande capitali europee e di città come New York o Tokyo.

Chi non vive a Milano non riesce ad apprezzarne l’anima, perché spesso è portato a fare un confronto con altre città d’arte. Ignorando tutte le bellezze artistiche della capitale meneghina, che non si limitano esclusivamente al Duomo, alla Galleria o al Castello Sforzesco. Basta farsi un giro nel quartiere Brera per scoprirlo. Forse il mezzo ideale è proprio la bicicletta, perché il fatto che la città si estenda in pianura, la rende facile da girare con poco sforzo. E non vi sorprenderà vedere quanti milanesi la usano ogni giorno, per spostarsi da casa al posto di lavoro.

Spesso chi denigra Milano sottolinea il fatto che è una città piovosa, ingrigita che sembra fregarsene dei tuoi sentimenti. In realtà è una città viva, pulsante, ma che naturalmente durante le ore diurne lavora ed è frettolosa. L’aspetto migliore di Milano, per me che ci passo poco tempo se non per incontri di lavoro e qualche sporadica puntata vacanziera, è l’assoluta indifferenza. Quello che può essere per alcuni un difetto, per me è un innegabile pregio. A Milano puoi essere chi sei, senza dover rendere conto a nessuno, perché tanto è un microcosmo così variegato che a non dare nell’occhio probabilmente sono gli stravaganti.

Acquistare casa a Spino d’Adda

Però chi non vuole vivere nel traffico, perdere tempo per andare a lavoro, o forse assaporare il gusto di tornare in provincia, vivere una vita tranquilla, in un’atmosfera certamente più rilassante e meno inquinata, esistono soluzioni abitative su misura a Spino d’Adda o Paullo, due comuni in provincia di Cremona, che sorgono a un tiro di schioppo dalla città metropolitana e che ancora oggi trasmettono quel senso di appartenenza tipico della provincia italiana. Luoghi unici, sospesi nel tempo, nei quali è possibile acquistare una casa ecosostenibile, intelligente, di grande qualità, che è comunque vicina alla città e che diventa un’opzione fattibile quando si decide se vivere o meno a Milano.

Info e Vendite: Progetto Contea D’Adda.
Via Ungaretti, 26016 – Spino d’Adda (CR)

(Visited 167 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *