A spasso con i passeggini leggeri

I bambini e i passeggini leggeri

I bambini e i passeggini leggeri

Ad ogni età una necessità

L’uomo nel primo stadio della vita, che va dalla nascita fino a 7 anni circa. I periodi in cui si divide in vita del bambini sono diversi e a ciascuna corrispondono particolari caratteristiche fisiche, fisiologiche e psichiche. Ad ogni periodo, poi, corrispondono anche specifiche esigenze materiali: accessori, prodotti e oggetti di ogni tipo che aiutano il bambino a crescere sano e forte.
Oggigiorno le fasi evolutive nella vita dei bambini sono ben precise:
prima infanzia, dalla nascita alla prima dentizione che si compie intorno al 3/4 mese;
seconda infanzia, dal 30° mese al sesto anno;
Età prepubere, dal 6° anno allo sviluppo della pubertà.

Da un punto di vista materialmente commerciale, ad ogni età del bambino corrispondono esigenze anche in termini di prodotti, oggetti e altre diavolerie in commercio. Tra i prodotti più utili, ci sono sicuramente i passeggini che – a loro volta – hanno caratteristiche differenti per rispondere ovviamente ad esigenze diverse sia delle mamme che dei bambini. Fra i più gettonati certamente ci sono i passeggini leggeri, pratici, poco ingombranti e ultra comodi per le mamme che non devono fare eccessiva fatica per trasportarli in auto, tirarli fuori e renderli immediatamente utilizzabili. Non mancano poi in commercio passeggini gemellari e passeggini trio, con la comoda funzione tre in uno in grado di accompagnare i bambini nelle diverse fasi della crescita essendo dotati di navicella per bebè, passeggino da seconda infanzia e persino seggiolino auto.

La crescita dei bambini passo dopo passo

Fatto fondamentale della vita del bambino è l’accrescimento che è strettamente legato alla nutrizione. L’accrescimento si manifesta in peso a in statura e la pratica e la scienza hanno stabilito con esattezza l’incremento periodico tanto dell’uno quanto dell’altra nel bambino normale. Fisicamente e fisiologicamenie il bambino è diverso dall’adulto e l’assistenza esige attenzioni particolari che non sempre, anzi ben raramente, i genitori, anche i più amorevoli e oculati, sono in grado di prestare. E’ quindi raccomandabile che il bambino sia sottoposto a controlli medico-specialistici periodici, in maniera da cogliere segni di alterato sviluppo alle loro prime manifestazioni quando è più facile correggerli. Cure particolarissime esige il bambino, durante il periodo della dentizione che si compie normalmente dal sesto al trentesimo mese. La vita psichica del bambino ha inizio assai presto, tra il nono e dodicesimo mese. In questo periodo incomincia a riconoscere i volti familiari, a emettere i primi suoni articolati, a manifestare, con vivaci espressioni del viso, il dolore e la gioia, ad esprimere desideri o ripugnanze, a prendere delle abitudini fisiologiche ed é quindi fin da questa età che l’amore, l’attenzione, l’intuito, l’istinto, l’intelligenza dei genitori devono essere mobilitati con ogni assiduità per evitare che l’impianto psichico in formazione subisca delle insidiose fratture. La patologia del bambino è soprattutto rappresentata da turbe gastroenteriehe, per impropria alimentazione e con immediato arresto dell’accrescimento ponderale; dalle malattie infettive esantematiche (morbillo, varicella, rosolia); da affezioni infettive dell’apparato respiratorio (pertosse, bronchiti). L’incompletezza delle difese immunitarie espone inoltre il bambino alla poliomielite e alla tubercolosi. Con la vaccinazione si stimolano i processi immunitari e si riduce notevolmente la mortalità.

(Visited 66 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *