I piatti portabicchieri: un trucco per migliorare le feste

Organizzare una festa non è semplice, ma come si sa per socializzare al meglio occorre essere pronti e dimostrare di saperci fare e le occasioni nella vita non mancano. Soprattutto quando si hanno dei figli: compleanni, ricorrenze particolari, feste di classe e naturalmente gli immancabili appuntamenti della vita religiosa, come cresime e comunioni. Il punto è che per organizzare una festa al meglio occorre dotarsi di inventiva. Una festa di successo naturalmente. La professione del party planner è considerata tra quelle più suscettibili di avere un futuro, soprattutto nelle grandi città.

Una delle basi della festa è trovare forniture che costino poco, ma che siano originali. Un po’ di savoir-faire aiuta quasi sempre a districarsi. Come è facile sbagliare regalo, è altrettanto facile sbagliare l’organizzazione della festa. Teniamo conto poi che ci sono ricorrenze che capitano una sola volta nella vita, come ad esempio la festa di laurea, è un’occasione per dimostrare di saperla organizzare. Il risparmio porta spesso però a soluzioni standard che non è detto che funzionino. Prendiamo ad esempio le stoviglie. In genere se si superano una decina di invitati è bene scegliere una sala grande, con delle tavolate sufficientemente ampie da permettere a tutti di potersi sedere e mangiare. Ma questo può capitare in un pranzo tradizionale. A questo punto, a mio parere, dipende molto dall’ambiente: se è informale si possono usare stoviglie di plastica, se la cerimonia è solenne e gli invitati non sono troppi meglio andare sul sicuro con le stoviglie tradizionali.

Il fatto è che però quasi sempre le feste sono animate da una particolare atmosfera. Si sta in piedi, si preferisce mangiare e bere in comodità, approfittando delle sedute solo sporadicamente. Se si può mangiare e bere in libertà ancora meglio, senza essere obbligati a star seduti e aspettare le portate. Perlomeno, quasi tutte le feste private sono organizzate in questo modo. Un’idea potrebbe essere quella di acquistare ad esempio un piatto portabicchiere. Questi particolari piatti hanno una praticità unica: consentono di poter mangiare in piedi, reggendo il bicchiere all’interno dello stesso piatto, in modo da poter usare le posate mentre si mangia. Il motivo per cui alle feste si preparano spesso dei panini, dei toast o dei tramezzini è proprio l’impossibilità di mangiare con le posate rimanendo in piedi. Usando questo semplice trucco si potranno preparare dei piatti molto più elaborati, economici e rinfrescanti. Un servizio di buffet completo offerto da un catering o preparato a casa avrebbe molto più senso. Pensiamo a un parti all’aperto dove si possono offrire delle insalate fresche, dei cocktail di gamberi e non le solite ammucchiate di pane troppo asciutto con ingredienti che spesso perdono di freschezza con il passare delle ore. Oltre al fatto indiscutibilmente vantaggioso di poter bere tranquillamente, anziché aspettare di aver finito di mangiare. Questa è una delle classiche soluzioni intelligenti che possono cambiare completamente il risultato di una festa.

(Visited 53 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *