Luoghi italiani: in giro per Matera

Matera sta conoscendo una nuova prolungata fase della sua storia, che la vede al centro di progetti culturali interessanti. Ma molto deve al fatto che i suoi Sassi, un patrimonio mondiale riconosciuto dall’Unesco, son entrati nell’immaginario collettivo mondiale grazie a film di straordinario successo come The Passion. Uno stage naturale che non rende giustizia fintanto che non lo si visita dal vivo.

Uno degli aspetti che colpisce di più il visitatore non è solo il fatto che la città sia per metà incavata nella roccia, ma che tutta la zona sia archeologicamente ricca e che risalga fondamentalmente al periodo classico, come possiamo ammirare visitando il locale museo nazionale. La storia di Matera si perde nel tempo, perché non è identificabile con alcuna città menzionata nelle fonti romane e in quelle successive. Fu un centro che comunque conobbe la serie di dominazioni di vari regni romano-barbarici, prima di cadere nel dominio aragonese e infine spagnolo.

Ciò che però colpisce è la conformazione dei Sassi, l’attuale centro storico nato intorno a un insediamento rurale, di epoca remota. Di origine altomedievale, questi sassi rappresentano l’unione di due zone, una detta di Sasso Caveoso e l’altro il Sasso Barisano, costituiti da un labirinto di vicoli e stradine, scalinate e spiazzi che consentono l’accesso alle abitazioni rupestri, letteralmente incavate nella roccia formata dal tufo, facilmente perforabile.

Il duomo di Matera domina la scena dei Sassi, così evocativa, tanto di giorno, quanto di notte. La conservazione dei sassi è resa difficoltà sia per la natura orogenetica sia per l’afflusso di turisti e l’utilizzo moderno degli stessi.

Il duomo è in stile romanico pugliese, ma con trasformazioni successive. Ovviamente sono presenti altre chiede di origine medievale dedicate a vari santi, che come tutta questa zona del sud Italia hanno ricevuto importanti modificazioni stilistiche improntate al barocco. La Matera moderna che cresce intorno ai Sassi è rilevante per la presenza della piazza Vittorio Veneto sulla quale si affacciano edifici storici, risalenti a due tre secoli fa.

(Visited 29 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *