La Costituzione Italiana

La costituzione italiana

La costituzione italiana

La costituzione rappresenta la parte fondamentale dell’ordinamento giuridico che dà allo stato la sua individualità, disciplina i suoi elementi costitutivi, regola le fonti creatrici del diritto, legittima i pubblici poteri ai quali conferisce la potestà di volere ed agire per lo stato e di governarlo, stabilisce la posizione dei cittadini e dei gruppi sociali nello stato riconoscendone i diritti e fissandone i doveri. La Costituzione contiene anche norme, principi, istituti essenziali per l’esistenza e l’ordinamento dello stato che si dicono appunto costituzionali. La Costituzione è l’atto di fondazione dello stato e può risultare dalla consuetudine come nel caso della Costituzione inglese le cui istituzioni politiche sorsero per sviluppo storico spontaneo e si consolidarono attraverso i secoli grazie all’uso, alla tradizione, alla pratica ed alla convinzione che tale pratica corrispondesse al diritto. Un diverso modo di formazione fu quello delle costituzioni continentali americane ed europee che furono redatte solennemente in documenti scritti (carte costituzionali).

Come si forma una Costituzione?

Le Costituzioni possono essere formate in vari modi: si parla di Costituzione concessa od ottriata viene elargita per atto di volontà di un sovrano o di un dittatore (Statuto Albertino del 1818),  di Costituzione democratica o votata, quando sorge come atto di una assemblea costituente composta da rappresentanti eletti dal popolo (Costituzione italiana vigente). In quest’ultimo caso la Costituzione può anche essere sottoposta ad approvazione diretta del popolo a mezzo di referendum (Costituzione francese del 1948). Le Costituzioni si distinguono inoltre in rigide e flessibili, a seconda del modo di modificazione o formazione delle norme costituzionali. Le prime si hanno quando la revisione delle nonne costituzionali avviene mediante organi speciali o con particolari procedure diverse da quelle richieste per la revisione delle leggi ordinarie. Le altre si hanno quando il processo di revisione avviene secondo le procedure normali ad opera dei legislatori, in dottrina vige inoltre la distinzione tra il concetto di Costituzione in senso materiale e Costituzione in senso formale. Nel primo caso il termine Costituzione indica il complesso degli istituti e delle norme che rappresentano gli elementi essenziali dell’ordinamento giuridico di uno stato; nel secondo si intende l’insieme delle leggi costituzionali riconosciute come tali in quanto poste mediante particolari procedure da organi appositi.

(Visited 246 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *