In vacanza a San Teodoro

Immaginiamo di trascorrere una vacanza in Sardegna e di scegliere di visitare la zona che va dalla Gallura alle Baronie. Per anni questa parte della Sardegna settentrionale è stata meno pubblicizzata della più settentrionale Costa Smeralda, meta di vip e presunti tali. Ma come accade spesso in Sardegna, spesso le cose non sono come appaiono. Ci sono zone assolutamente imperdibili.

santeodorosandalyonIl nostro itinerario ideale si volge in parte lungo la stupenda costa nord orientale dell’isola, dove i centri costieri della Gallura meridionale a nord e della Baronia a sud, sono ormai diventati frequentatissime località balneari: i primi oltreché per la particolare politica degli enti locali anche grazie ai positivi riflussi della vicina costa gallurese, in particolare dello sviluppo di Olbia e del suo aeroporto. Va anche detto che le località della Baronia per anni hanno rappresentato lo sbocco naturale verso il mare di tanti abitanti dell’interno. Questo ha portato a uno sviluppo progressivo con la nascita di villaggi vacanze, stabilimenti balneari e alberghi di tutti i tipi.

La zona attira per molti motivi: ad esempio la bellezze aspra dei luoghi, e per la particolare ricchezza di traduzioni che si perpetuano nelle zone interne, dando alle spiagge il ruolo di teste di ponte per scoprire la vera Sardegna, quella che vive ogni giorno.

Nelle Baronie domina tutto il paesaggio il maestoso massiccio calcareo del Mont’Albo di Siniscola, un gigantesco bastione dolomitico lungo 20 km da cui è possibile apprezzare il contrasto con la roccia granitica che è il motivo geologico dominante del territorio circostante. Allo sbocco dei torrenti si stendono sterminate spiagge, solitarie in alcuni tratti nella bassa stagione, che fanno corona a stagni e zone umide ricche di pescato. Lungo la costa, nel dopoguerra, sono state impiantate alcune fra le più belle pinete litoranee della Sardegna: da Orosei a Cala Liberotto, da Santa Lucia a La Caletta e poi ancora a Budoni, Posada e San Teodoro, tutti centri raggiungibili dalla deviazione della statale 131, una strada a quattro corsie che collega Nuoro e Olbia.

San Teodoro: spiagge e divertimento

San Teodoro, in particolare, è la perla della costa. Le sue enormi spiagge, tra le quali si distingue La Cinta, ogni anno ospitano decine di migliaia di turisti provenienti dal resto dell’Italia e dai paesi esteri, come l’Inghilterra, la Francia, la Germania e i paesi del nord Europa. La cittadina è conosciuta per le sue discoteche, i suoi locali a pochi passi dalle spiagge che attirano frotte di giovani da ovunque, facendone una delle regine della notta estiva in Sardegna. Il centro è nondimeno accogliente, caratteristico, a misura del turista che spesso preferisce affittare una delle tante seconda case vacanze costruite negli anni. In hotel la sistemazione è garantita attraverso strutture, resort e villaggi di ottima qualità.

I nostri consigli:
Come hotel il Sandalyon a San Teodoro dà la possibilità di un pernottamento conveniente, ma di ampia qualità. L’ufficio turistico del comune fornisce tutte le informazioni necessarie. La scheda del comune.

Hotel Sandalyon
Via del Tirreno, 81
08020, San Teodoro (OT)

(Visited 55 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *