Come sta cambiando il commercio online nel settore dei regali

Il mondo della tecnologia è in continua evoluzione, e questo porta cambiamenti anche nelle abitudini dei consumatori

10 anni fa avreste mai pensato di poter acquistare qualsiasi cosa usando un nipote super tecnologico dei vecchi telefoni cellulari? Quasi sicuramente no, ma è sempre difficile prevedere come cambieranno le nostre vite grazie alla tecnologia.
Il settore tecnologico sembra facile da analizzare e studiare, peccato che spesso arrivano delle invenzioni inaspettate che rivoluzionano tutto e danno un cambio decisivo al settore.

Gli smartphone sono l’esempio perfetto perché il loro successo ha cambiato moltissime cose. Ha cambiato Internet fungendo da tramite perfetto per la crescita dei social network; ha cambiato il settore della tecnologia stravolgendo il settore dell’informatica e delle componenti dei PC; ha cambiato il settore del commercio, perché oggi gli acquisti si fanno online.

Nell’articolo di oggi ci vogliamo soffermare maggiormente sul commercio online, un argomento molto interessante e che possiamo analizzare in modo più preciso grazie al contributo di DottorGadget, sito specializzato nella vendita di idee regalo per tutti e per tutte le occasioni.

Le prime considerazioni però vanno fatte più in generale, sul commercio online e le sue origini, ben più lontane dell’avvento degli smartphone.

Tutto è cominciato con la diffusione di Internet e della nascita dei primi e-commerce. Agli inizi poteva esserci un po’ di diffidenza, soprattutto per il fatto di dover comprare qualcosa che non si poteva vedere dal vivo, non si poteva provare né toccare con le proprie mani. Come tutto però è questione di prendere dimestichezza con le novità, e anche se il commercio online può avere degli svantaggi, offre anche talmente tanti vantaggi che compensano alla grande ogni punto negativo.

Facendo acquisti online si possono vedere decine e decine di siti in pochissimo tempo e senza uscire di casa. Questo significa poter vedere molti più prodotti e avere maggiori possibilità di trovare qualcosa che piace. Anche il confronto dei prezzi è molto più agevole, cosa che permette di trovare sempre le migliori offerte e risparmiare il più possibile su ogni acquisto. Un altro indubbio vantaggio è quello di poter ricevere tutto comodamente a casa, risparmiando i soldi della benzina ma soprattutto tantissimo tempo.

Tutti questi vantaggi hanno permesso al commercio online di crescere in modo esponenziale, e basta guardare il fatturato degli acquisti online in Italia per vedere bene questo trend. Nel 2004 il fatturato degli e-commerce in Italia era di circa 1,6 miliardi di Euro, e sono servito solo 5 anni per arrivare a quota 10 miliardi. Nel 2014, quindi dopo soli 10 anni, la cifra era oltre i 20 miliardi e quest’anno potrebbe essere l’anno giusto per superare quota 30 miliardi di euro di fatturato.

In tutti questi discorsi come si inseriscono gli smartphone? Analizzando la provenienza degli ordini sul sito dottorgadget.it, che ci fa capire quanto il settore della tecnologia influenzi le nostre abitudini.

Se un tempo gli acquisti online venivano fatti quasi esclusivamente tramite PC, oggi una fetta importante, quasi predominante, arriva dai dispositivi mobili.
Questo è dovuto al successo di smartphone e tablet, cosa che ha portato gli e-commerce a adattarsi a questo nuovo trend per offrire un sito studiato anche per dare il massimo sui dispositivi mobili. Difatti, se si ha un sito adattivo o responsivo si può fare benissimo a meno di un app per i dispositivi mobili.

Il settore della tecnologia però cambia così velocemente da far quasi fatica a rimanerci dietro, e l’andamento del settore dei dispositivi mobili influenza anche quello dei consumatori che fanno acquisti online.

Se agli inizi la crescita della diffusione di smartphone e tablet ha ridotto parecchio la quota di persone che fanno acquisti tramite PC, gli ultimi anni hanno mostrato un cambiamento di tendenza. Il motivo però non è tanto un recupero di quota da parte del PC, bensì dal crollo dei tablet. Osservando il mercato possiamo notare come la crescita di dimensioni degli smartphone stia penalizzando le vendite dei tablet, con conseguente diminuzione degli ordini effettuati da quei dispositivi. Gli ordini che sono mancati dai tablet sono andati a sommarsi alla quota degli smartphone, ma anche a quella dei PC, che hanno così recuperato un po’ di terreno. La tendenza dei prossimi anni sembra quindi orientata a degli acquisti divisi tra smartphone e PC, con i tablet a rischio scomparsa.

Questa però è un’analisi fatta con i dati odierni, e come sappiamo bene basta poco per stravolgere tutto e portare cambiamenti anche al commercio online. Non ci resta che attendere e vedere cosa succede, secondo voi cosa dobbiamo aspettarci dal commercio online per i prossimi anni.

(Visited 15 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *