Come organizzare al meglio il tuo ufficio

mobili ufficio

Il luogo di lavoro è dove passiamo la maggior parte del tempo. Se disponiamo di un ufficio personale, in azienda oppure in casa, possiamo adoperarci per migliorarlo sensibilmente, sia dal punto di vista del design, sia da quello della funzionalità.

L’aspetto più importante è che viene prima di ogni cosa è senz’altro la funzionalità. Troppo spesso questa viene sacrificata per altri valori, come lo stile, che i produttori preferiscono per una vendita immediata. Non accade così con IVM Office e i suoi mobili ufficio funzionali, che rispettano questo principio.

Un ufficio disfunzionale lo si riconosce subito:

  • c’è un ammasso di scartoffie sulla scrivania di cui non riesci a liberarti e che, anzi, sembrano aumentare nel tempo.
  • Non riesci a raggiungere comodamente la sedia o la poltrona, perché ci sono degli intralci che ti impediscono il passaggio
  • la tua postazione non è affatto comoda e ti costringe a strane posture, movimenti, aggiustamenti tanto che non trovi mai la posizione definitiva.

E questi sono solo gli aspetti marginali.

Ecco alcuni preziosi consigli quindi per avere una migliore distribuzione degli arredi e saper scegliere i mobili per ufficio con attenzione. Innanzitutto libera lo spazio, sfrutta le pareti per appoggiare gli arredi ed elimina tutti i complementi inutili che non userai mai. Ad esempio il tavolino di fronte al divano, può andare bene se sei in un salotto. Valuta anche l’ipotesi che il divano sia utile, lo è negli studi legali e in quelli professionali in genere, nei quali fai ricezione dei clienti, ma se non è necessario bastano una o due sedie. In generale devi poterti muovere liberamente all’interno dell’uffici, lasciando un passaggio libero per te e gli ospiti o i collaboratori.

Tieni pulita  e sgombra la scrivania

La scrivania è sicuramente l’elemento più importante del tuo ufficio, è l’arredo nel quale lavori. La scrivania deve avere sufficiente spazio per ospitare il computer. I computer di oggi, grazie a display molto sottili, sono poco ingombranti. Se la scrivania è appoggiata al muro tanto meglio. Occorre poi gestire lo spazio per il telefono, se viene utilizzato e naturalmente per libri, bloc-notes e tutto ciò che serve per lavorare. Le moderne scrivanie sfruttano l’internet of things per tenere sempre a disposizione delle prese fondamentali come quelle USB per il trasferimento dei dati e la ricarica. In alcuni uffici direzionali è possibile accedere alle video conferenze direttamente dalla postazione nella scrivania.

La scrivania deve essere confortevole: cioè deve consentire libertà di movimento sopra e sotto, non deve avere fronzoli particolari, la case del computer fisso, ammesso che se ne utilizzi uno, può essere ospitata sopra un carrellino. I cavi devono essere gestiti in modo intelligenti, raggruppandoli con delle guaine per non essere di intralcio e raccogliere polvere.

Archiviazione e gestione del lavoro

Nel lavoro quotidiano si vede se l’organizzazione dell’ufficio è funzionale, non resta quindi che provarlo. Un aspetto molto importante è dato dall’archiviazione dei documenti, che man mano si accatastano e necessitano di ordine. Gli scaffali e gli armadietti per ufficio possono assolvere  a svariati compiti, compreso quello di fornire una comoda libreria. Negli studi professionali è fondamentale archiviare le pratiche dei clienti, ma anche organizzare gli aggiornamenti professionali e le pubblicazioni sulla professione. In questo caso è bene destinare almeno una parete per sistemare il tutto per non ritrovarselo poi ammassato sulla scrivania e il resto dell’ufficio. Limitare anche i quadri proprio per lasciare spazio a mensole aggiuntive e scaffalature.

Foto di Markus Spiske da Pixabay

(Visited 10 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *