Voli cancellati: i diritti del passeggero

Come chiedere il rimborso per il ritardo aereoSe state viaggiando con una compagnia aerea con sede nell’UE, siete protetti dal regolamento di imbarco in cui si stabilisce che la compagnia ha l’obbligo di offrirvi assistenza se il volo è annullato o ritardato. Tuttavia ciò spesso è legato ad alcuni cavilli burocratici che potrebbero ripercuotersi sul buon esito del reclamo. Affidarsi a siti specifici è dunque fondamentale per essere certi di ottenere il giusto rimborso.  

Compensazione di cancellazione del volo

A seconda della lunghezza e delle circostanze del ritardo si potrebbe avere diritto a un rimborso o a un volo alternativo, a cibo, telefonate e alloggio. È inoltre possibile utilizzare strumenti gratuiti per richiedere la compensazione per la cancellazione dei voli.

Tra questi ecco Flycare che dall’alto della sua vasta esperienza e grazie ad agenti professionisti riesce a far valere i diritti del passeggero con un’assistenza certosina e soprattutto gratuitamente. Se il vostro volo viene annullato e dovete partire da un aeroporto dell’UE e con una compagnia aerea della stessa UE, potete scegliere tra diverse opzioni ovvero: non viaggiare ed ottenere un rimborso del costo del biglietto, oppure scegliere un altro orario di partenza se il ritardo dura cinque ore o più, ma il volo non viene annullato.

Un’altra opzione consiste invece nello scegliere un volo alternativo ( rerouting) per raggiungere la destinazione prefissata. Indipendentemente da quanto tempo prima del volo vi fosse stato detto della cancellazione, se tuttavia state viaggiando con una compagnia aerea non dell’UE basata su una destinazione non UE, la compagnia aerea non ha lo stesso dovere di prendersi cura di voi. Controllare la condizione di trasporto della compagnia aerea per vedere a quale compensazione si ha diritto, è senza alcun dubbio un’importante precauzione da prendere prima di procedere al booking.

Il diritto di rimborso in caso di ritardo del volo

Regolamento alla mano i diritti del passeggero sono subordinati sia alla lunghezza del volo che al ritardo certificato. In tal caso si ha diritto a pasti, rinfreschi, telefonate e e-mail se si verifica una delle seguenti situazioni: Un volo di meno di 932 miglia (ad esempio, da Londra a Roma) dove si arriva almeno con due ore di ritardo;

Un volo all’interno dell’UE con più di 932 miglia (ad esempio, da Londra ad Atene) se si arriva con almeno tre ore di ritardo. Per quanto riguarda invece un volo che non è all’interno dell’UE ma è compreso tra le 932 e le 2.174 miglia ed è ritardato per almeno tre ore, si ha diritto a: due chiamate telefoniche gratuite, fax o e-mail,

pasti gratuiti e rinfreschi adeguati, a sistemazioni alberghiere e trasferimenti in hotel se è richiesto un pernottamento. Inoltre il passeggero può anche scegliere di non viaggiare e ottenere un rimborso del costo del biglietto soprattutto se il ritardo dura cinque ore o più (ma il volo non viene annullato).

La compensazione per i voli cancellati dipende ovviamente dal motivo della cancellazione, e se la compagnia aerea può dimostrare che il ritardo è stato causato da “circostanze straordinarie”, non è dovuto pagare alcun compenso.

Le suddette circostanze straordinarie sono situazioni al di là del controllo della compagnia aerea stessa, come ad esempio, il rischio in termini di sicurezza, instabilità politica o condizioni meteorologiche che rendono pericoloso il volo. Gli scioperi sono anche di solito inclusi in questa categoria.

Far valere i vostri diritti come stabiliti dalle convenzioni internazionali in tema di trasporto aereo ad uso privato è dunque semplice, ma nel contempo è importante affidarsi ad esperti del settore in grado di monitorare (gratuitamente), l’evolversi della vertenza, e se è il caso procedere con eventuali azioni legali tra cui la messa in mora della compagnia in oggetto.

Flycare è oggi uno dei siti più affidabili del settore che segue il passeggero dal momento in cui compila il form per la richiesta specifica di una determinata tipologia di rimborso, fino al momento in cui avviene la liquidazione del danno. Il servizio offerto da Flycare è del tutto gratuito, e garantito, visto che l’azienda è interessata al buon sito in quanto percepirà in tal caso il suo compenso proprio dalla compagnia citata in giudizio e non dal passeggero che invece otterrà per intero il rimborso a lui spettante.

(Visited 18 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *