Italiani a Londra, gli errori più comuni

Il club degli italiani a LondraErrore numero uno: partire con pochi soldi. Londra è una città molto cara e non è detto che il lavoro lo si trova appena messo piede su suolo inglese. Errore numero due: non conoscere la lingua. È duro sconfiggere il mito del ragazzo italiano che va a fare il cameriera a Londra e in sei mesi conosce perfettamente la lingua. Ma come credete che vi debba dire “lava i piatti” il vostro datore di lavoro? Errore numero tre: trascurare i social network. Se sperate di essere assunti perché avete delle belle foto sulla spiaggia di Ibiza nel vostro profilo Facebook, invece di un profilo LinkedIn professionale, siete completamente fuori strada. Questi sono solo alcuni degli errori tipici che commettono gli italiani in fuga oltre manica. Quasi tutti ci cascano e in poche settimane, questi errori rendono la vita a Londra un vero inferno. Sono moltissime le domande che centinaia di ragazzi italiani si pongono prima di partire, ma dove trovare le risposte giuste?

Un blog soddisfacente

Internet è bello perché dispone di un’infinità di portali dove ricercare informazioni di ogni tipo. Se sei un italiano a Londra o speri di arrivarci presto, Club Bella Italia potrebbe essere un ottimo punto di partenza, o di arrivo, dipende dai punti di vista. La piattaforma di networking offre un’ampia gamma di servizi per tutti gli italiani nel Regno Unito. Questa raccoglie l’esperienza delle comunità italiane locali, per condividerle con tutto il resto del mondo. L’obiettivo principale del sito è quello di creare un link tra le community italiane già presenti in pianta stabile a Londra a tutti coloro che hanno ancora il sogno inglese chiuso in un cassetto. Quindi, oltre a creare un network di lavoratori e imprenditori italiani, per dare sfogo a nuove attività commerciali, Club Bella Italia, cerca di offrire servizi ed assistenza a famiglie, lavoratori e studenti italiani, attraverso un’ampia rete di partner. Favorire la collaborazione tra piccole, medie e grandi aziende, è un’altra delle caratteristiche principe del portale. Per avere un qualsiasi tipo d’informazione, è possibile mettersi in contatto con la community attraverso l’indirizzo di posta elettronica.

L’adattamento dell’italiano medio

Ci sono persone che per trovare lavoro a Londra hanno fatto “tremila” colloqui. Nel frattempo si può arrangiare in un qualsiasi modo, ma anche trovare un lavoro part-time sembra diventato più difficile rispetto ad un tempo. Ma c’è un motivo ben preciso per cui i giovani italiani oggi fanno più fatica. Gli errori più comuni li ritroviamo anche nei CV che adoperiamo, in cui diamo troppa importanza all’istruzione e meno alle skills. Per gli inglesi vale più un anno di esperienza lavorativa, che cinque di scuola superiore. Il grosso problema degli italiani a Londra è che molti vivono di leggende metropolitane, del ragazzo italiano che va a lavare i piatti in un tipico ristorante inglese e diventa capo di una multinazionale. Uno su un milione ce la fa e probabilmente è partito con basi molto più solide della maggior parte degli altri. Per “gli altri” c’è Club Bella Italia, un ottima rete d’informazioni.

(Visited 11 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *